LO SAPEVI CHE LA MAGGIOR PARTE DELLA FORMAZIONE NELLE SPA E’ UNA TRUFFA?

vitelloniE’ constatato che la maggior parte degli imprenditori di Hotel preferisce chiudere la SPA  piuttosto che sostenere le onerose perdite e chi è costretto a tenerla aperta sostiene un peso economico ed emotivo spesso straziante. La responsabilità è quasi sempre legata ai consulenti e formatori che con scarse competenze si improvvisano esperti del settore senza aver mai gestito e applicato l’oggetto dei loro insegnamenti.

Quanto è al sicuro la tua SPA dalla scarsa formazione che esiste oggi nel settore?

Sai che i corsi che vengono oggi organizzati per il settore SPA sono tenuti da persone che non hanno mai gestito e nemmeno lavorato un giorno in una SPA?

Cosa c’entra ? Eh si che c’entra!

Tu prova a immaginarti  TE che dopo un pò di volte che mangi al ristorante apri una tua scuola per insegnare come gestire un ristorante e come cucinare !

Si certo, puoi farlo, tutto si può fare,  il problema è,  HAI TU LE COMPETENZE PER FARLO, PER INSEGNARE E CREARE UN RISULTATO AGLI ALTRI solo perché a te piace mangiare? Il piacere di mangiare non è la stessa identica cosa di gestire un ristorante o fare lo chef.

Anche a me piacciono le scarpe con il tacco, ma il fatto che ne ho un paio nell’armadio non mi permette di andare in un azienda calzaturiera a dire come fare una scarpa e come gestire l’azienda.

E la stessa cosa accade nel mondo delle SPA, il fatto che ti piace fare la sauna e che hai comprato un abbonamento annuale non vuol dire che da domani sei in grado di insegnare e di dire alle SPA cosa devono fare.

Visto che il settore benessere è in continua crescita dato lo stress in cui la società ci fa vivere oggi, nascono, esattamente come i funghi dopo la pioggia, scuole e formatori da clienti che ieri venivano a sudare nella sauna, che sostengono di esser grado di dare le soluzioni giuste perché la SPA lavori e guadagni.

La zona sauna di un centro non ha solo un costo iniziale di costruzione, ha anche il costo quotidiano di gestione, (che spesso supera i 70,00 euro per ora per circa 100 mq) quindi la SPA per ammortizzare ha bisogno non che saltuariamente qualcuno frequenti il centro ma di un flusso continuo di clienti fidelizzati.

Visto che la zona sauna non fa parte della nostra cultura, non siamo abituati come nei paesi nordici a frequentare fin da piccoli, è chiaro che non possiamo aspettarci che il cliente venga nella spa come va a messa la domenica,  ma dobbiamo essere noi a far conoscere questo spazio e educarlo alla cultura cosa difficile visto che non esiste ancore una figura competente e professionale in grado di fare questo.

Unica cosa che esiste sono i corsi per come girare l’asciugamano che, per carità se c’è chi lo fa è giusto che lo vendete, cosi vicino  al corso di danza della figlia , il papa o la mamma  appende suo corso di asciugamano 😉  ma  questa non è la soluzione e nemmeno la figura professionale e competente per gestire e far si che funzioni la tua SPA.

Parlo dopo aver gestito per anni  e mi fa ridere quando qualcuno pensa che mettendo qualcuno che ogni ora gira l’asciugamano nella sauna finlandese, possa far girare il fatturato del centro, il grande formatore non è colui che è bravo a vendere il suo servizio ma colui che fa aumentare il tuo guadagno.

Mi dispiace dirlo, ma nel mondo delle SPA non esiste ancora qualcuno che oltre che vendere i propri servizi pensa a far crescere in modo costante i tuoi profitti.

Ho iniziato anni fa, quando non esisteva nemmeno questa realtà e mi sono serviti anni di, non solo studio, avendo gestito ho avuto la possibilità di mettere in pratica, sbagliare tante volte, rifare tutto da capo, tutto da sola perché non c’era nessuna formazione in grado darmi un metodo già pronto.

Un punto forte di riferimento avevo in Alto Adige dove Cron 4 E ai Acquarena  adottavano  la stessa  filosofia.

In questi anni di gestione avevo capito che non serve solo avere una SPA dal design da “mille e una notte”  se dietro non esiste un piano marketing, un brand position, un personale qualificato e l’ho capito di più quando mi sono messa in privato a girare l’Italia per organizzare percorsi guidati, che non era solo nella mia zona ma tutta la realtà delle  SPA.

Ha riconfermato per l’ennesima volta quello che io sostenevo già dal 2009, che per la realtà delle grandi SPA, dove non esiste solo la zona umida ma anche quella estetica, piscina e ristoro, manca il lavoro di squadra e un vision che le accomuna.

E’ come una macchina (l’azienda), e immagina che una ruota (zona SPA) prende l’autostrada del wellness, mentre le altre tre prendono direzioni diverse.

Secondo te cosa succede a questa macchina? E anche se la ruota che va verso l’autostrada del wellness va forte, se le altre spingono in direzioni diverse, può questa macchina raggiungere la sua meta? Ho forti dubbi! Anche perché proprio questo concetto a lungo è stato la base della rottura della macchina.

Esiste qualcuno o qualche scuola che ti ha fatto ragionare in questi termini?

Esistono corsi di cucina, di estetica, di trainer fitness, ma non esiste un programma, un metodo già pronto che raccolga tutto che aspetta solo che tu da domani mattina lo metti in pratica!

Fino a qualche tempo fa pensavo di essere l’unica consapevole di questo mondo, infatti ho creato la “Spaner SPA trainer” un percorso guidato che viene insegnato al cliente finale per avere un risultato tangibile per tutta la durata della sua seduta nella SPA, consapevole che ciò da un risultato al cliente che entra nelle SPA, ma non va a colmare le lacune organizzative e di Marketing strategico della azienda.

Contemporaneamente  ho iniziato studiare nelle più valide scuole di marketing, vendita e leadership per poter essere sempre piu’ preparata.

Due anni fa conosco l’ing. Picucci, ad un seminario sulla vendita professionale specifica per il settore wellness e mi è piaciuto il concetto che formazione e competenze hanno valore solo se si ha la capacità di tradurli in risultati concreti, soluzioni e metodi presentati in aula solo dopo aver sviluppato e risolto tutte le difficoltà operative e pratiche.

Questo approccio di portare in aula solo soluzioni utilizzate sul campo e solo se hanno ottenuto risultati in almeno tre differenti casi di successo, mi è sembrato subito molto coerente con il mio modo di pensare.

E’ stata una straordinaria scoperta verificare che i contenuti teorici che ho studiato nelle scuole frequentate  fossero stati trasformati in metodi operativi e specifici per il wellness immediatamente applicabili.

Da qui l’idea di condividere le altre competenze di marketing  strategico e applicativo per il wellness di Salvatore Picucci con le mie competenze tecniche specifiche nel mondo delle SPA.

Con la sua  collaborazione  a breve presenterò un progetto di SPA ACADEMY che prevede dei corsi di formazione di base per operatori SPA.

Attraverso un accurato CHECK-UP STRATEGICO valuterò il posizionamento delle SPA rispetto ai principali concorrenti, valutando anche i punti di forza e debolezza sul piano economico-finanziario e delle competenze necessarie per valutare un piano di marketing operativo che garantisca i risultati che l’imprenditore si aspetta.

In questo modo l’organizzazione dei miei percorsi in SPA che da oltre 5 anni hanno  successo , potrà diventare un metodo fruibile e trasferibile allo staff per garantire gli stessi risultati anche senza la mia presenza.

Ve l’ho sempre detto fin dall’ inizio che qua non si scherza! 🙂

Se vuoi sapere di più su questo progetto lasciami la tua Email o il tuo commento

Ramona

La tua SPAner

 

18 pensieri riguardo “LO SAPEVI CHE LA MAGGIOR PARTE DELLA FORMAZIONE NELLE SPA E’ UNA TRUFFA?”

  1. Certo che non si scherza!
    Qui si parla della salute delle persone! Non è solo saper muovere un asciugamano o sculettare più o meno in modo evidente.. Chi organizza corsi e non proprio a buon mercato, dovrebbe pensare primo,alla salute dell’ospite, secondo a non creare false aspettative di lavoro in questi mille nuovi maestri di sauna..
    Grande Ramona,professionista del benessere !

  2. Come sempre ho detto serve competenza talento e tanta passione nessuna di queste tre cose può mancare la quarta cosa che non deve mancare è l’umiltà è questa o ce l’hai oppure no non la studi e non la compri al supermercato.
    Mi sembra che a Te non manchi proprio nulla
    Forza Coraggio avanti così e vedrai che un po’ alla volta i palloni gonfiati di sgonfieranno da soli.

  3. Da persona qualunque posso dire che oggi la politica che viene praticata nel mondo delle saune e sopratutto quella nella formazione dei futuri maestri del benessere sia caratterizzata del più banale qualunquismo e sopratutto dall esclusivo vantaggio economico .Oggi che tu sia un esperto di termoidraulica,di elettromeccanica,di allevatore di bestiame vario ecc.ecc. ti puoi trovare dopo ben 40 ore ,di corso,catapultato nel mondo del benessere diventandone un esperto.
    Mamma mia vista la massiccia e numerosa formazione di neo Meister usciti solo quest anno dai vari centri saunistici posso prevedere che andando avanti così si creerà sempre meno qualità e più profitto ….

  4. I palloni gonfiati sono già in fase di sgonfiamento e il loro declino sarà più immediato della loro veloce “crescita”.
    La gente non è stupida.

    1. Ciao Luca infatti le Spa che vogliono essere punti di riferimento per benessere e relax valutano bene chi hanno di fronte e cercano professionisti. Se vedi chi li accoglie sono strutture che pensano subito a un incasso immediato e non a un concetto di benessere per il cliente !!

  5. Sai che i corsi che vengono oggi organizzati per il settore SPA sono tenuti da persone che non hanno mai gestito e nemmeno lavorato un giorno in una SPA?
    ???? ..sarebbe opportuno specificare “quali”, per quelli che ho personale conoscenza, non mi risulta!

    La responsabilità è quasi sempre legata ai consulenti e formatori che con scarse competenze si improvvisano esperti del settore senza aver mai gestito e applicato l’oggetto dei loro insegnamenti.
    ??? …vale quanto commentato sopra

    Non voglio mettere in dubbio nulla ma sarebbe bene specificare nei dettagli chi, come e perché! ..generalizzando è inutile e offensiva polemica

    1. Ciao Mauro , grazie del tuo commento, sei te Mauro il mio cliente che venivi una volta nella SPA e che lavoravi nel settore dell’ illuminazione? Sto cercando di capire chi sei per vedere con che criterio giudichi la formazione nelle Spa, perchè ti spiego meglio : mettiamo che un giorno io vengo al tuo lavoro dove vedo dei ragazzi che lavorano all’ illuminazione e a me sembra che tutto quello che stanno facendo sia un buon lavoro perchè non ho le basi tecniche per giudicare, però poi arrivi te e mi spieghi che i ragazzi hanno combinato un casino! Quindi se per te va bene non vuol dire che per quello che riguarda il mondo Spa e il concetto del benessere può andare bene. Per quello che riguarda la formazione, parlo di gran parte della formazione, ci sono dei clienti che fanno i corsi ad altri clienti, quindi vedi te se può andare bene! Immagina se io dopo 5 volte che sono andato all’ ospedale mi metto a fare il chirurgo e insegnare agli altri come operare!

  6. Chi come me ha fatto anni di arti marziali puo’ ben capire cosa significhi la parola Maestro e sentir parlare di questi corsi di 2 giorni dove pare si diventi maestri di qualcosa rattrista veramente se poi molti di loro li vedi in azione ti viene da distruggere la sauna…fortunatamente le Spa che contano hanno percepito il problema.

    1. Grazie Nick per il tuo commento,concordo con te , diciamo che la parola “Maestro” viene usata con molta facilità, però se tu guardi la maggior parte di loro non sanno nemmeno cosa vuol dire la parola maestro e non sanno che per diventare maestro ci vuole una vita e non 3 sedute nelle Spa !! a presto!

  7. Come sempre Ramona riesce ad essere chiara vera e diretta nelle sue esposizioni.
    La sua pluriennale esperienza ed impegno nella gestione di una spa come ol Gardacqua, nuova per la zona con infiniti problemi di ordine culturale e di bigottismo, l’hanno forgiata e dato le basi per intraprendere un percorso, arrichito da studi e corsi, di gestione delle spa anche in ordine dirigenziale.
    Portate pseudo maestri in giro per le spa non giova ne alla struttura e tanto meno all’ospite.
    Perciò grazie Ramona per il tuo impegno

  8. Si Ramona, troppa concorrenza nella formazione.
    Molti formatori vedono il business non dando il risultato alla Spa.
    Non voglio parlare male dei tuoi collaboratori, ma adesso ad Almar con Virgintino, creando linea Cosmetica ideata da noi (non rivenditori come qualcun altro vendevs camion di prodotti) ha aumentato 70% fatturato .

    1. Grazie Spa Collection per il tuo commento, sono contenta che la pensi come me, che la maggior parte della formazione non da risultati concreti alle Spa. “Non voglio parlare male dei tuoi collaboratori” sembra più una battuta per lavarsi la coscienza , quindi potevi risparmiartela o lo fai solo per fare pubblicità che hai ideato una linea di cosmetici? Non conosco il tuo caso di cui parli quindi non so darti spiegazioni , non mi occupo di creme, so solo che anche il settore di estetica lascia molto a desiderare ,infatti vedo che molti formatori dell’estetica si stanno buttando anche nel mondo delle Saune senza avere la minima preparazione, infatti faranno la stessa cosa che hanno fatto nel mondo dell’ estetica, cioè: “Vendere aria fritta!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *